Brava ragazza cattiva ragazza di Michael Robotham

20220822_084753

Recensione

Un romanzo giocato sulle dicotomie e i contrasti, luce che si contrappone all’oscurità. Una ragazza problematica, vittima di abusi, che non riesce a fidarsi di nessuno e che vive dentro e fuori strutture protette da un lato, e una ragazza perbene, di buona famiglia, stella dello sport dall’altro. La prima ha una qualità molto particolare che la può rendere un ottimo alleato, la seconda nasconde un segreto che la rende un bersaglio. La prima vive, la seconda muore. Interessante è il personaggio chiave dello psicologo consulente di polizia. Intrigante il suo altrettanto doloroso passato, il suo stile di vita spartano e solitario, il modo in cui si rapporta agli altri, la sua capacità di vedere oltre, non solo oltre le apparenze, ma anche e soprattutto oltre le parole e i gesti. Una sorta di figura ibrida con il tipico profiler made in U.S.A. L’indagine sull’omicidio della brava ragazza è ben congeniata e si sviluppa in un intricato labirinto di perversione, debolezza psicologica e crimini legati a situazioni che solo in apparenza sembrano slegati tra di loro, ma che in realtà danno origine a un secondo filone narrativo di cui l’autore getta le basi in maniera coerente, lineare e ben equilibrata. Senza gap mentali o descrittivi che ne inficiano l’efficacia e l’influenza sul plot principale. Pur essendo un romanzo autoconclusivo, il finale lascia aperta, spalancata direi, la porta per un seguito incentrato su alcuni dei personaggi principali: lo psicologo-profiler, senza dubbio, la cattiva ragazza, la detective titolare dell’indagine e… un personaggio la cui vera natura verrà svelata. Tra circa un mese uscirà il seguito, sempre targato Fazi. Nel frattempo… davvero una buona lettura!

 

 

 

Trama

Michael Robotham, autore bestseller di fama internazionale, torna nelle librerie italiane con il primo capitolo di una nuova, travolgente serie con cui si conferma un maestro indiscusso del thriller psicologico.
Da bambina, la misteriosa Evie Cormac è stata protagonista di un truce caso di cronaca: la polizia l’ha trovata nascosta in una stanza segreta dove, proprio sotto ai suoi occhi, si è consumato un terribile delitto. Da quel giorno sono trascorsi anni, durante i quali si è sempre rifiutata di svelare la propria identità: non si sa quale sia il suo vero nome, la sua età, da dove provenga. Oggi vive in un istituto e rivendica l’indipendenza. Lo psicologo forense Cyrus Haven è chiamato a determinare se Evie sia pronta per vivere da sola nel mondo. Ma questa ragazza è diversa da tutte quelle che ha incontrato: affascinante e pericolosa, fragile e astuta, a Evie non sfugge mai quando qualcuno sta mentendo. E nessuno intorno a lei dice la verità. Nel frattempo, Cyrus viene chiamato a indagare sullo scioccante omicidio di una campionessa di pattinaggio sul ghiaccio, la quindicenne Jodie Sheehan. Bella e popolare, Jodie è ritratta da tutti come la ragazza della porta accanto, ma durante le indagini comincia a emergere, un tassello alla volta, un’inquietante vita segreta. Cyrus è intrappolato tra i due casi: una ragazza che ha bisogno di essere salvata e un’altra che ha bisogno di giustizia. Quale sarà il prezzo da pagare per la verità?

 

Share on Facebook0Share on LinkedIn0Share on Google+0Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

4.769 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress