Poesie di Laura Ziggiotto

natura disordinata

NATURA DISORDINATA

Foglie di autunno
foglia di primavera,
l’una rossa
l’altra verde che spera,
foglie sull’albero
foglie per terra,
piante di prato
piante di serra,
albero in fiore
albero spogliato,
dice che l’autunno forse è arrivato,
se la primavera volesse tornare
tutte le foglie deve riordinare.

 

luna

LUNA

Notte, notte stellata
alla tua luna mi hai presentata,

bella, bella luna
portami gioia e tanta fortuna,

brilla, brilla ridente
gioca con me magia festante,

lega il mio cuore con fili d’argento
fili che non vedo, fili che non sento.

Luna grande e bianca
che nella notte mai manca,

sei la regina di tutte le stelle
e delle fate più belle,

con te nessuno rimarrà
al buio solo e nell’oscurità.

 

grammaticalmente poetica

GRAMMATICAL MENTE POETICA

Io ti parlo di un cuore che batte forte
io ti parlo di una vita che sfida la sua sorte,

tu mi parli di un’anima pellegrina
tu mi parli della tua schiena china,

egli mi parla della sua voce stanca
egli mi parla di tutto ciò che gli manca,

noi ci parliamo del niente che ci circonda
noi ci parliamo del nulla che si confronta,

voi vi parlate dell’amore che date a un’ amante
voi vi parlate di quel secondo che dura un istante,

essi si parlano del bene e della fortuna
essi si parlano mentre li acceca la luna.

 

ricordi

RICORDI

Amo i ricordi così tanto da vivere,
rincorrono il cuore risvegliando il sentimento
confondono la testa fino allo stordimento.

Amo i ricordi così tanto da morire,
frustano l’anima e la fanno sanguinare
appaiono improvvisi non puoi respirare.

Amo i ricordi così tanto da ridere,
è bello pensarli e puoi anche cancellarli
scriverli, ripeterli e anche spaventarli.

Amo i ricordi così tanto da impazzire,
quando non ricordo ho rabbia del passato
inutile lottare quanto ti hanno disarmato.

Amo i ricordi così tanto da gridare
storie che feriscono così profondamente
rimane poca forza ci pensi aspramente.

Amo i ricordi così tanto da sentire
amo la mia vita per ridere e gioire,
gridare e poi impazzire per vivere e non morire.

 

LUNA COPERTA

LUNA SPENTA

Luna sei spenta questa sera
non mi fai compagnia in questa notte nera,

forse anche alle stelle hai consigliato
di prendersi una nottata di sonno beato,

lasciarci così senza la tua candida luce
sbirciare dall’alto quel che il buio produce.

Luna riallaccia quel bene prezioso
quella luce che per noi è un vero tesoro.

 

prepotenza

PREPOTENZA

Lei non sa chi sono io!

Questa frase te la dico
e ti punto pure il dito.

Ma chi sei ? Ma che vuoi ?
Fatti solo i fatti tuoi,

ora fai ciò che ho ordinato,
zitto!Fai quel che ti comandato:

Svelto, forza, non ho tempo
per discorsi senza senso.

Cosa fai ? Te ne vai?
Se lo fai ti pentirai

tu non sai chi sono io!

…Non lo so nemmeno io
credo che sia meglio se parlo un po’ con Dio.

 

vento

FAMMI SENTIRE IL VENTO

Tempo, tempo, fammi sentire il vento
ho voglia di vedere la natura in movimento

le foglie che volano, decollano e atterrano
i rami che si muovono, le raffiche ti afferrano

spinto da questa forza da Eolo comandata
guardo le nuvole scappare e rimango incantata.

Fammi sentire il vento
desidero sentire la vita, di poco mi accontento.

 


 

Share on Facebook0Share on LinkedIn0Share on Google+0Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.611 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress