Categoria Libri che…

Libri che… ho letto quest’estate

Ora che l’estate è definitivamente alle porte (finalmente è tornato l’autunno), riprende la rubrica Libri che…, interrotta sia a seguito della pausa estiva ma anche per cause di forza maggiore in famiglia che mi hanno costretto a limitare alcune attività del blog. Ad ogni modo, riprendiamo con la presentazione, ovviamente una breve carrellata fotografica, dei libri che mi hanno tenuto compagni negli scorsi tre mesi, giugno, luglio e agosto. Purtroppo sono pochini, ho letto veramente pochissimo rispetto ai miei standard, quasi nulla oserei dire, ma… tornando a quel famoso  “per causa di forza maggiore…” questo è il risultato...

Per saperne di più

Libri che… vorrei avessero un finale diverso

Spesso non è facile, per noi lettori incalliti, accettare le scelte narrative degli autori. Noi ci affezioniamo ai personaggi, parteggiamo per l’uno o per l’altro, ci emozioniamo, ci arrabbiamo, ridiamo e piangiamo con loro e quando ci troviamo di fronte ad un finale che ci fa arricciare il naso, o che delude le nostre aspettative o che va contro le nostre aspettative… be’ non possiamo fare altro che tirare un profondo sospiro e immaginare noi di far percorrere ai personaggi una strada del tutto diversa, un destino magari meno banale o meno triste, o ancora meno deludente di quello scelto dall’autore. Dai classici ai contemporanei, dalla narrativa ai thriller a me è successo spesso di arrivare alla fine ed esclamare: “Ma no! Ma come?” E sospirare. A voi è successo?

Vi riporto qui sotto ...

Per saperne di più

Libri che… è meglio il film del libro

Sì, lo so. Non è come la storia dell’uovo e della gallina, in questo caso a nascere prima è il libro e poi il film, ma ciò non toglie che a volte (per fortuna poche) registi e attori lavorino meglio dei loro colleghi letterari. So anche che a volte la buona riuscita di un libro non dipende neanche dall’autore in sé, ma dal traduttore che se non fa un buon e accurato lavoro, ahimè, il romanzo ne risente. Non seguo un ordine preciso, nel senso che mi capita a volte di leggere prima il libro e poi guardarmi il film e viceversa, ma con i due “casi” che vi riporto qui sotto… il libro… l’ho digerito assai poco, mentre il film mi è piaciuto tantissimo.

Cominciamo?

MAZE RUNNER DI JAMES DASHNER

MazeRunner

Amo i romanzi distopici, sia quelli “classici” o vintage (Il signore delle mosce, Il racco...

Per saperne di più

Libri che… mi hanno fatto dire basta (almeno per un po’) con questi autori

Dopo la settimana di pausa che ha coinciso con le festività di Pasqua, torna la rubrica Libri che… in cui questa volta vi parlo di quei libri che mi hanno talmente colpito, in maniera negativa s’intende,  disgustato anche se vogliamo, annoiato o impressionato e che, di conseguenza, mi hanno fatto accantonare, per un po’ alcuni per sempre altri, i loro autori rifiutandomi di leggere altre loro opere.

LA LUNGA MARCIA DI STEPHEN KING

2588_librostephenking_1224309960

Premetto che King è uno dei miei autori preferiti. premetto che agli albori delle mie letture indipendenti (nel senso che iniziavo a scegliermi da sola cosa leggere abbandonando le letture per ragazzi) King regnava sovrano nella mia libreria, leggevo solo libri di King, qualcosa, molto raramente della Allende, della Serrano o qualche classico...

Per saperne di più

Libri che… porto sempre con me

Per spiegare quali e come io riesca a portare sempre con me, in borsa, in auto, in attesa dal dottore (vista la recente influenza), in aereo o in treno centinaia di libri che devo ancora leggere o che sto leggendo, è molto semplice. Al mio servizio ho uno strumento che mi ha regalato mio marito qualche anno fa e che all’inizio mi ha destato non poche perplessità, ma poi è man mano entrato nella mia sfera quotidiana e nella mia zona comfort, diventando ormai insostituibile. Che cosa sarà mai?

IL MIO KINDLE, NATURALMENTE

KINDLE

E’ vero, nulla può, neppure il Kindle, sostituire la piacevole sensazione di toccare e annusare la carta stampata di un bel libro, ed è vero anche che, almeno personalmente, ci sono dei libri, tipo i classici e altre chicche narrative, che preferisco leggere...

Per saperne di più

Libri che… da leggere in primavera

Anche se non sembra, viste le previsioni meteo poco rassicuranti annunciate per i prossimi giorni, la primavera è dietro l’angolo e con essa arriva anche la voglia non solo di sole, aria frizzante e passeggiate al mare o al lago piuttosto che in montagna, ma anche di dedicarsi a letture interessanti e leggere, che descrivano ambientazioni fiorite e soleggiate; che parlino di spensieratezza e portino un po’ di buon umore. Se siete in cerca di qualche suggerimento di libri di questo genere non perdetevi l’appuntamento della settimana con Libri che… qualche suggerimento ve lo dà!

Iniziamo?

LA SIGNORA DALLOWAY DI VIRGINIA WOOLF

14942

A parte il fatto che i libri di Virgina Woolf si leggono tutto l’anno indipendentemente dalla stagione, in Mrs Dalloway si trova il cielo azzurro, i palloncini c...

Per saperne di più

Libri che… vorrei ritrovare in libreria tra cent’anni

Pensare, rielaborare e scrivere l’argomento di questa settimana della rubrica Libri che… non è stato per niente facile. Intanto perché vorrei essere a Tempo di Libri e invece, quest’anno, mi tocca seguirlo da lontano, e poi perché non è assolutamente cosa da poco dover scegliere pochi ma significativi libri a discapito di altri che, per quanto stupendi, non possiedono quella marcia in più che farebbe guadagnare loro altri cento anni di vita “libresca” e che meriterebbero di essere quindi inseriti in questa classifica. Ogni libro ha in sé delle caratteristiche peculiari, lo sappiamo, che si potrebbero adattare benissimo in qualsiasi epoca storica e con qualsiasi tipo di società. Cominciamo?

Il primo è sicuramente

SHERLOCK HOLMES

libro-tutto-sherlock-holmes-di-arthur-conan-doyle-220x350

Per l’intelligenza e l’arguzia, l’attenzione ai ...

Per saperne di più

Libri che… non voglio più vedere neanche da lontano

L’argomento di questa settimana è altamente ostico. Probabilmente difficile da comprendere e impossibile da credere, perché… come può una persona che AMA i libri odiarne alcuni di loro? Ebbene sì, si può, eccome! E questa volta devo dare la colpa al mio prof...

Per saperne di più

Libri che… le storie d’amore più toccanti (e struggenti)

Parliamo d’amore. Quello vero, intenso, che ti divora e che ti strugge. Lo so, San Valentino è già passato e sarei quindi un po’ in ritardo con la tempistica calendaristica, ma… perché parlare d’amore solo a San Valentino (considerando che Valentino è stato decapitato)? Non sia mai! Ecco allora qui sotto una carrellata dei libri la cui storia ho trovato davvero struggente, romantica, vera; che mi ha fatto piangere e mi ha fatto ridere; mi ha fatto innamorare e sospirare.

DOLCE – SUITE FRANCESE DI IRENE NEMIROVSKY

5913060_332217

Dolce è il secondo libro dell’opera incompiuta e postuma di Irene Nemirovsky, un’autrice che io amo molto...

Per saperne di più

Libri che… dovrebbero essere su ogni comodino

L’argomento principe dell’appuntamento settimanale con la rubrica Libri che… riguarda un gruppo di libri che, a mio personale avviso, dovrebbero stare su ogni comodino, disponibili, accessibili e consultabili in ogni momento che abbiamo a disposizione, indipendentemente da cosa si sta già leggendo, per una lettura veloce, per riempire un momento di riflessione o semplicemente per stare bene o trovare delle risposte, un consiglio.

UNA BIBLIOTECA DELLA LETTERATURA UNIVERSALE DI HERMAN HESSE 

IL LIBRO DELL’INQUIETUDINE DI FERNANDO PESSOA 

IL PROFETA – IL GIARDINO DEL PROFETA DI KAHLIL GIBRAN 

CANTI DEGLI INDIANI D’AMERICA 

hesse

In realtà avrei dovuto includere anche altri libri alla lista (i Sonetti di Shakespeare, le poesie di Silvya Platt, le poesie di Walt Whitman e quelle di Emily Dic...

Per saperne di più