Categoria Letti per voi

Gli amici di Bernhard di Annemarie Schwarzenbach

20210611_132841

Recensione

Romanzo fresco, leggero, che parla di amicizia e di legami che potrebbero superare non solo la prova del tempo, ma anche quella dello spazio e delle circostanze. Un romanzo che forse, almeno per me, non è tra i migliori dell’autrice svizzera. Benché breve, infatti, ho faticato a leggerlo; piatto, monotono, in realtà senza nulla di concreto da raccontare se non l’esperienza che centinaia di giovani, allora come oggi, compiono nel tentativo di crearsi un percorso di vita che li soddisfi e li faccia sentire realizzati. La trama è molto scarna, banale. la scrittura, al contrario, è semplice e lineare ma molto moderna, molto godibile da questo punto di vista, ed è l’unica cosa che salva questo libro.

Trama

Questo lieve e folgorante romanzo è il ritratto i...

Per saperne di più

Il libro segreto di Hitler di Mario Escobar

20210604_142617

Recensione

Romanzo discreto nonostante la narrazione veloce e la carenza di dettagli descrittivi. E’ un libro speed, rapido e indolore, adatto a un pomeriggio di relax poco impegnativo. A ogni modo, più che un thriller storico mi è sembrato un fanta storico. La vicenda che emerge sulla nascita del Furer l’ho trovata decisamente troppo artificiosa e improbabile. Certo, molti sono i dati storici, o presunti tali, che costituiscono la trama, ma ho comunque avuto l’impressione che l’autore abbia un tantino esagerato alcuni aspetti. Peccato, perché il romanzo prometteva bene, l’idea di base era intrigante e aveva tutte le carte in regola per diventare un thriller adrenalinico con i fiocchi...

Per saperne di più

Leonardo da Vinci – Il mistero di un genio di Barbara Frale

20210528_104401

Recensione

E’ un Leonardo più giovane, quello di cui ci parla Barbara Frale, un genio certamente, ma con tutte le ingenuità e le insicurezze che l’età comporta nei confronti di chi, in quell’epoca, siamo nella seconda metà del 1400, deteneva il potere: i Medici e gli Sforza in particolare. Accattivante e credibile è il mix tra realtà storica e narrazione, anche se credo che la seconda superi di gran lunga la prima. Finalmente ho trovato un libro che non parla dell’Italia di quegli anni come se fosse un’unica nazione (impossibile), ma come era realmente, ovvero un’insieme di ducati, signorie, stati e Repubbliche marinare in perenne antagonismo tra loro, impegnate a stringere e sciogliere alleanze tra famiglie a seconda dell’obiettivo del momento...

Per saperne di più

Il pozzo di Regina Ezera

20210521_101129

Recensione

Il pozzo narra la fragilità e la forza di una donna lettone che cerca di sopravvivere. A due figli piccoli, a una suocera tradizionalista dedita al lavoro fisico e fin troppo indulgente nei confronti del figlio alcolista finito in carcere per omicidio. A desideri e speranze intrappoliati da giornate sempre uguali in cui si è dovuta assumere tutti gli oneri della famiglia, compresi quelli del marito. Un marito debole, che altro non sa fare che ubriacarsi e chiedere pietà per i suoi peccati e che lei si accorge, man mano, di non amare più. A darle la giusta spinta, a convincerla a uscire dal suo guscio in cui ormai ci si era rassegnata, è un medico di Riga in vacanza sul lago dove la protagonista vive...

Per saperne di più

Carte di tavola di Agatha Christie

20210514_123343

Recensione

In questo periodo sto leggendo pochissimo, purtroppo, il lavoro mi sta assorbendo molto, ma per un Poirrot… il tempo lo si trova sempre. Solitamente, Agatha Christie è una garanzia e il suo detective belga lo  è ancora di più, tuttavia in questo libro, per i miei gusti, ci sono stati un po’ troppi colpi di scena sul finale, sembrava quasi artificioso, e non sempre sono riuscita a seguire alla perfezione le mosse del protagonista, a volte la narrazione è un po’ confusa. Probabilmente non è uno dei romanzi migliori di “zia Agatha”. A ogni modo, gli intrighi, i collegamenti causa-effetto e i misteri che l’autrice sa creare hanno il potere di lasciarmi sbalordita ogni volta che leggo un suo romanzo. La trama è sorprendentemente intrecciata, “complicata”...

Per saperne di più

Le disavventure di Amos Barton di George Eliot

20210507_104418

Recensione

Credo, e dico credo, di poter affermare che questo sia il romanzo meno riuscito di George Eliot, pseudonimo di Mary Anne Evans, una delle più importanti scrittrici britanniche in epoca vittoriana. Noioso, banale, statico, per buona parte del libro mi è sembrato quasi di leggere del “gossip d’epoca”. Solo verso la fine, nelle ultime venti pagine, il breve volume acquista finalmente vigore e significato, ma purtroppo, si tratta appunto delle ultime battute. Mi ha deluso davvero molto. A convincermi ad arrivare alla fine è stato solo lo stile unico, ricercato ma al tempo stesso semplice e moderno dell’autrice. Asciutto e diretto pur mantenendo un occhio di riguardo per i dettagli. Peccato. Vi erano ottimi spunti narrativi.

Trama

Amos Barton è il nuovo parr...

Per saperne di più

Il palazzo d’Inverno di Eva Stachniak

20210423_103844

Recensione

La Russia è stata un grande impero, un luogo che non solo gli uomini, ma anche le donne hanno contribuito a costruire. Elisabetta I, figlia di Pietro il Grande, e Caterina II in primis. Entrambe salite al trono grazie a furbizia e a un colpo di stato. Donne forti, decise e irremovibili, solide come il paese che rappresentavano. Questo romanzo storico racconta proprio di queste due donne: gli ultimi anni di regno di Elisabetta e l’ascesa al potere di Caterina, grazie anche all’intervento e all’amicizia di Varvara, figlia orfana di un rilegatore di libri che trova il suo spazio a corte come “lingua”, spia, della zarina. Intrighi sotterfugi, inganni, accordi segreti e tradimenti...

Per saperne di più

Il guardiano di Peter Terrin

20210416_123028

Recensione

Libro molto particolare, contraddistinto da un contesto nebuloso e poco chiaro. Sicuramente la follia, la paranoia e un esagerato senso del dovere fanno da padrone in una trama non del tutto definita, irreale. Pochissimi, ma ben delineati, personaggi dall’aspetto psicologico molto approfondito ed elaborato. A mancarmi, devo ammetterlo, sono stati gli elementi di contorno, l’esplicazione della realtà, vera o presunta, in cui vivono, cosa c’è o non c’è effettivamente fuori dal garage sotterraneo che custodiscono; le reali motivazioni per cui i due protagonisti dipendono cos ìpesantemente dall’organizzazione che quasi non fornisce loro neppure l’essenziale per vivere. Non lo so, mi ha lasciato parecchi dubbi e punti interrogativi, questo libro...

Per saperne di più

L’uomo delle castagne di Soren Sveistrup

20210409_123959

Recensione

Forte delle recensioni che lo dipingevano come un thriller dai contorni forti, difficile da digerire per i contenuti, sono partita a leggerlo tutta pimpante ed entusiasta, aspettandomi chissà quali e quanti brividi… invece… invece niente. A più di metà libro ero ancora in attesa/ricerca di questi elementi così orripilanti e paurosi. Certo, gli omicidi efferati ci sono, ma nulla che sia peggio di ciò che si trova in tanti altri libri dello stesso genere letterario. Per tutta la prima parte, la storia ha avuto su di me un effetto soporifero, solo le ultime 50 – 60 pagine, a mio avviso, sono degne di nota. Qui l’autore si è giocato veramente bene l’effetto sorpresa legato al colpevole (mi ero fatta un’idea totalmente diversa)...

Per saperne di più

La morte di Virginia di Leonard Woolf

20210315_092510

Recensione

E’ incredibile come questo breve testo di Leonard Woolf, un centinaio scarso di pagine, marito della più famosa Virginia, riesca a trasmettere il disagio interiore che ha oppresso la scrittrice nei suoi ultimi mesi di vita. Il suo profondo malessere interiore non era dovuto solo a questioni personali, ma era da ricondurre anche alla difficile situazione storica vissuta: tutta la Prima guerra Mondiale e l’inizio della Seconda. Per lei, probabilmente, per il suo animo tormentato, è stato troppo...

Per saperne di più