Categoria Letti per voi

Uomini e topi di John Steinbeck

9788845268427_0_0_792_75

Recensione

Uomini e Topi è un’allegoria della vita e dei suoi mille fallimenti. Di come esistano, appunto, Uomini e uomini che vivono come topi. Povere, piccole bestiole assiepate, vessate e costrette a lavori umili e umilianti, senza via di fuga. E l’unica cosa che è concessa loro, ma anche brutalmente strappata via da un fato spesso avverso e dal ceto sociale, è il sogno. Immaginare un futuro migliore, semplice e senza pretese quanto le giornate che conducono attualmente, ma i cui frutti, però, siano di “loro proprietà”, non di proprietari terrieri che li obbligano a massacranti ore di lavoro per una misera paga; per innalzare, senza ricavare alcun diritto se non la morte, il profitto dei dartori di lavoro...

Per saperne di più

Una scrittrice troppo bugiarda di Eveline Durand

cover-ebook

Recensione

Frizzante, ironico e spudorato. Sono i tre aggettivi che subito mi sono venuti in mente leggendo questo romanzo. Una lettura fresca e leggera, adatta a regalare qualche ora di relax e divertimento. Un romance che sembra una tipica commedia americana, con la consueta protagonista ingegnosa ma pasticciona, bella ma ingenua; l’affascinante ragazzo sepolto sotto una marea di pregiudizi a causa dell’ingombrante cognome che porta, ma animato da sentimenti sinceri e l’ambiguo belloccio solo apparentemente mosso da buone intenzioni. Lo stile dell’autrice è semplice ma coinvolgente, è scritto bene, e devo dire che il romanzo è riuscito a regalarmi momenti di divertimento e spensieratezza, in queste primissime giornate uggiose...

Per saperne di più

Viva la vida! di Pino Cacucci

7868216_2416577

Recensione

Breve ma intenso. Coinvolgente e profondo, forte ed emozionante come solo la protagonista di questo particolare monologo può essere, Frida Kahlo. Una donna, un’artista che mi è entrata nel cuore da tempo e di cui più leggo e più ne mette radici. Una lettura, questa di Cacucci, fluida, che scivola via con facilità dagli occhi ma non dall’anima. La celebrazione di una donna che, nonostante tutto, nonstante la sua “bara fatta di bustini ortopedici” che lei stessa ha decorato con fiori e abbellito con collane e gioielli, è stata in grado di urlare Viva la vida! Un messaggio  chiaro e preciso, un inno, un non arrendersi mai che dà un nuovo significato al “vendere caro la pelle”; un dimostrare che a volte è davvero possibile farsi beffa della morte e lasciare un seg...

Per saperne di più

Passione semplice di Annie Ernaux

9788817064118-it

Recensione

Questo breve romanzo, poco più di 70 pagine, altro non è che un lungo, logorante, ossessionante e a tratti claustrofobico monologo sull’attesa inutile dell’amore e dei sentimenti non ricambiati di una donna nei confronti di un uomo. Una donna, come dice il titolo, passionale, innamorata di un uomo sposato che fa il bello e cattivo tempo come vuole; parte e non la contatta per giorni ma quando torna la vuole pronta a concedersi a lui senza remore, mentre lei langue in false aspettative e ingannevoli speranze; si lascia andare ai ricordi di momenti trascorsi insieme, di attimi fugaci che sa benissimo essere solo manifestazioni fulminee di un desiderio, quello dell’amore vero e incondizionato, che non si avvererà mai, almeno non con quell’uomo...

Per saperne di più

Il mastino dei Baskerville di A. Conan Doyle

Il-mastino-dei-Baskerville_1

Recensione

Sherlock Holmes è un uomo sicuro di sé e della propria intelligenza, a volte forse anche troppo, tanto da risultare in alcuni momenti addirittura arrogante; è un investigatore dalle innumerevoli risorse e, almeno a mio avviso, senza il suo fedelissimo Watson, avrebbe avuto probabilmente la metà della fama di cui gode, sia come investigatore che come personaggio letterario. Il povero Watson, infatti, e forse ancora di più in questo romanzo, viene chiamato a compiere il grosso del lavoro, lasciando Holms, almeno in apparenza, nell’ombra e dando l’impressione al lettore di “saltar fuori” solo alla fine, per risolvere il caso e godere degli onori...

Per saperne di più

Mirador. Irène Némirovsky, mia madre di Elisabeth Gille

mirador

Recensione

Cosa c’è da dire? In realtà non molto perchè le opere di Irène Némirovsky parlano da sole, così come questo intenso romanzo di sua figlia Elisabeth, che non è solo la semplice biografia della madre deceduta, anzi, assassinata in maniera brutale dai tedeschi di Hitler, ma è l’affresco di un’epoca di tumulti e fughe, di esili e limitazioni, di costante paura dell’inevitabile cambiamento; è l’affesco di una madre caparbia e un po’ ingenua, sotto alcuni punti di vista, che ha perso un po’ il contatto con la realtà storica in cui viveva, tanto da indurla a sottovalutare, o addirittura a non considerare, alcuni importanti indizi; è l’affresco di una grande scrittrice, una letterata che amava leggere, imparare e osservare a trecentosessanta gradi e che talvolta si rifugiav...

Per saperne di più

Fellside – La prigioniera di M.R. Carey

fellside-la-prigioniera_8733_x1000

Recensione

Ho comprato l’ebook di questo thriller munita di grande entusiasmo e delle migliori aspettative, ma devo purtroppo dire che invece mi sono ritrovata a leggere un paranormal thriller lento e poco coinvolgente, di cui sono riuscita ad arrivare appena alla metà. Alcuni tratti del romanzo sono soporiferi e privi di quell’adrenalina che dovrebbe, al contrario, scorrere in ogni, o quasi, pagina. Ed è un peccato, perchè la trama in sé è originale, fuori dagli schemi ed estremamente intrigante.  In sincerità, mi trovo in difficoltà nello scrivere questa mini- recensione perchè il romanzo meriterebbe, per i personaggi molto ben costruiti e la storia, ma la lentezza narrativa che lo contraddistingue gli fa perdere dei punti essenziali sull’indice di gradimento...

Per saperne di più

Il giardino delle farfalle di Dot Hutchinson

il-giardino-delle-farfalle_9078_x1000

Recensione

Definire questo thriller terrificante e inquietante, come si evince dai giudizi riportati in copertina, potrebbe essere un eufemismo, ma serei una bugiarda se non vi dicessi che questo libro mi ha attirato come una falena viene attratta dalla luce e che, una volta iniziato, non sono più riuscita a smettere di leggerlo. E’, di gran lunga, uno dei migliori che io abbia letto da un po’ di tempo a questa parte, che esula dai classici schemi “thrilleriani”, passatemi il termine anche se non esiste (ma se la Crusca ha accettato “petaloso” non vedo perchè io non possa inventare il termine thrilleriani”), bugie- inganni-omicidi-psicopatia...

Per saperne di più

L’ultima riga delle favole di Massimo Gramellini

71gr6eFbCAL

Recensione

Un romanzo sensibile, toccante, che ci porta in un viaggio attraverso la nostra anima, cercando di scoprirne i lati più profondi e misteriosi. L’amore è il protagonista di questo viaggio e man mano, insieme ad Andrea, impareremo a ritrovarlo dentro noi stessi. Anche se a tratti risulterà essere un po’ troppo tecnico, il libro è piacevole e scorrevole.

Sofia Celadon

Trama

Tomàs è una persona come tante. E, come tante, crede poco in se stesso, subisce la vita ed è convinto di non possedere gli strumenti per cambiarla. Ma una sera si ritrova proiettato in un luogo sconosciuto che riaccende in lui quella scintilla di curiosità che langue in ogni essere umano...

Per saperne di più

Il castello errante di Howl – saga – di D. W.Jones

18879884_1442529719144221_8717189625579966290_o

Recensione

Tre libri pieni di magia, avventura e misteri da risolvere. Nei panni dell’intrepida Sophie, il fin troppo cortese Abdullah e della coraggiosa Charmain, i lettori verranno catapultati in questo mondo straordinario, sempre accompagnati dall’affascinante mago Howl. Libro adatto ad un pubblico di ragazzi, ma apprezzato anche dagli adulti, scorrevole e che vi lascerà con il fiato sospeso.

Sofia Celadon

Trama

La giovane Sophie vive a Market Chipping, nel lontano e bizzarro paese di Ingary, un posto dove può succedere di tutto, specialmente quando la Strega delle Terre Desolate perde la pazienza...

Per saperne di più