Scrittori e amanti di Lily King

20210910_120440

Recensione

Tipico caso di “inganno” da recensioni (per lo più positive) e sinossi. Aggiungiamoci anche una copertina molto bella e intrigante e il gioco è fatto. E’ stato, almeno per me, uno specchietto per le allodole. Di sicuro mi aspettavo qualcosa di estremamente diverso da questo libro, invece ho trovato una lettura lenta e monotona che ha fatto un’enorme fatica a ingranare, e infatti ho interrotto la lettura a poco più di metà. Unico aspetto interessante della storia sono le dinamiche che ogni giorno affronta chi scrive, per mestiere o per hobby, come gli autori conciliano la loro attività creativa con la normale e consueta quotidianità, i vari impegni; come organizzano il lavoro, le tempistiche, l’ispirazione. Per il resto, purtroppo, ho avuto a che fare con una protagonista lagnosa e immersa nell’autocommiserazione. Anche lo stile di scrittura dell’autrice non mi è piaciuto: secco, troppo forze, asciutto e poco descrittivo. Non ho trovato spazio per il sogno, l’immaginazione. Pollice verso.

 

 

 

Trama

Casey è una ragazza di trent’anni che ha fatto un patto con se stessa: non pensare ai soldi e al sesso, almeno al mattino. Appassionata di letteratura e aspirante scrittrice, si è indebitata pesantemente per pagarsi gli studi e ora si ritrova a vivere in una piccola stanza ammuffita e a lavorare come cameriera. Rimane però aggrappata al sogno che quasi tutti i suoi vecchi amici hanno ormai abbandonato e, con ostinata determinazione, ogni mattina scrive. Di recente ha perso la madre, con la quale aveva un rapporto di confidenza profonda e che rappresentava, sebbene vivesse dall’altra parte del paese, la sua unica ancora affettiva. E infine, gli uomini: reduce dall’ennesima relazione fallita in maniera inspiegabile, girovagando per librerie e happening letterari, Casey incontra due scrittori che cambieranno le cose. Da una parte c’è Silas, giovane poeta gentile e sognatore spiantato quanto lei, dall’altra Oscar, maturo padre di famiglia, autore affermato prigioniero del proprio talento…
Con un tocco leggero ed elegante, Lily King ha dato vita a un personaggio indimenticabile, che rappresenta una generazione e uno stato d’animo: quello di chi cerca il proprio posto nel mondo. Accolto negli Stati Uniti con grandissimo calore, Scrittori e amanti ha messo d’accordo pubblico e critica: sostenuto da un ritmo travolgente e punteggiato di un umorismo fine, è un romanzo di rara intensità in cui ciascun lettore sarà in grado di rintracciare una parte della propria esperienza.

 

Share on Facebook0Share on LinkedIn0Share on Google+0Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

4.561 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress