Non fidarti di loro di Alex Marwood

20201009_105535

Recensione

Romanzo molto particolare, sia nei contenuti che per la struttura narrativa. Ha tutti gli elementi per essere il tipico thriller che piace a me: trama nebulosa e vagamente surrale, che acquisisce senso mano mano, e allo stesso tempo realistica; personaggi subdoli e psicotici frutto di un passato, e di una vita, che definire agghiacciante è ancora poco. Ricco di colpi di scena, questo libro aumenta la suspance pagina dopo pagina, in una spirale di follia discendente sempre più inquietante e “appiccicosa”, avvinghiante come la tela di un ragno. Lo stile è semplice, pulito, lineare. E’ il secondo romanzo che leggo di questa autrice e devo dire che è stata una buona scelta.

 

 

 

Trama

Nel nord del Galles c’è una setta, l’Arca, che predica l’im­minenza dell’Apocalisse. Tutti gli adepti vivono isolati, pre­parandosi costantemente al­la fine del mondo. Coloro che sono estranei al culto sono chiamati i “morti”, perché an­dranno incontro a una fine inevitabile.
Ma una tragedia sta per abbattersi sulla piccola comunità: un centinaio di membri vengono ritrovati morti per avvelenamento. I pochi rima­sti in vita si disperdono senza più certezze. Per Romy, una ragazza di ventidue anni che non ha mai cono­sciuto il mondo al di fuori della co­munità, è terrificante imparare a vi­vere in una realtà di cui ha paura sin da quando era piccola. Eppure deve farlo, per il proprio bene e per quello del bambino che porta in grembo. E così si mette alla ricerca di quel che resta della sua famiglia, decisa a trovarla, a qualunque costo…

 

 

Share on Facebook0Share on LinkedIn0Share on Google+0Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.844 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress