The chain di Adrian McKinty

20191023_101652

Recensione

Inquietante e ansiogeno, nonché spaventoso sotto molti punti di vista, potrebbero essere i “soprannomi” (i sopratitoli) di questo thriller ad altissimo tasso di suspance. L’idea iniziale è molto buona, originale e indiscutibilmente intrigante, e anche lo svolgersi della trama scorre liscio e incalzante, senza battute d’arresto monotone o fuorvianti. La scrittura, poi, rapida, incisiva, ferma, contribuisce ad innalzare l’adrenalina. E’ un romanzo che tieni incollati alle pagine, mi è piaciuto molto, ma l’ho trovato un po’ carente sul finale, che risulta, a mio avviso, esagerato e fin troppo cinematografico. I personaggi sono spinti all’estremo e per questo a volte paiono finti, soprattutto Rachel, un mix di istinto materno, incoscienza e disperazione. Non so, un po’ troppo, forse.

 

 

 

Trama

“Mi chiamo Rachel Klein e fino a pochi minuti fa ero una madre qualunque, una donna qualunque. Ma adesso sono una vittima. Una criminale. Una rapitrice. È bastato un attimo: una telefonata, un numero occultato, poche parole. Abbiamo rapito tua figlia Kylie. Segui le istruzioni. E non spezzare la Catena, oppure tua figlia morirà. La voce di questa donna che non conosco mi dice che Kylie è sulla sua macchina, legata e imbavagliata, e per riaverla non sarà sufficiente pagare un riscatto. Non è così che funziona la Catena. Devo anche trovare un altro bambino da rapire. Come ha fatto lei, la donna con cui sto parlando: una madre disperata, come me. Ha rapito Kylie per salvare suo figlio. E se io non obbedisco agli ordini, suo figlio morirà. Ho solo ventiquattro ore di tempo per fare l’impensabile. Per fare a qualcun altro ciò che è stato fatto a me: togliermi il bene più prezioso, farmi precipitare in un abisso di angoscia, un labirinto di terrore da cui uscirò soltanto compiendo qualcosa di efferato. Io non sono così, non ho mai fatto niente di male nella mia vita. Ma non ho scelta. Se voglio salvare Kylie, devo perdere me stessa”.

Share on Facebook0Share on LinkedIn0Share on Google+0Tweet about this on Twitter

Lascia una risposta

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.674 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress