Il mistero della casa sul lago di Rachel Caine

20190611_103159

Recensione

Ad essere onesta ho fatto fatica ad inquadrare questo thriller, e tutt’ora credo di non averlo ben inquadrato. E di sicuro è un bene, almeno da un certo punto di vista. E’ stata una lettura coinvolgente e poco prevedibile, permeata di paranoia, ossessione e una buona dose di adrenalina. La storia si trascina da un personaggio all’altro per buona parte del romanzo, allineando, ma senza mai incastrare completamente, i vari pezzi del puzzle e il finale lascia ben intendere che (spero) ci sarà un seguito. Gina non è più Gina. E’ una donna in fuga perenne che è dovuta diventare forte ed indipendente in fretta, e pur con tutte le sue cautele non riesce ad evitare di finire di nuovo nella rete di morte e inganni ordita ai suoi piedi. Forse un po’ troppo calcolata. Critica vera che mi sento di muovere riguarda il titolo. Per nulla azzeccato, anzi, rimanda ad un aspetto del romanzo del tutto marginale rispetto al vero nucleo della storia: l’orrore vissuto inconsapevolmente, l’incubo, la paura, la persecuzione. Da questi non si fugge mai.

 

 

 

Trama

Gina Royal ha una vita assolutamente normale: è una timida e riservata casalinga del Midwest con un matrimonio felice e due bambini. Ma quando un incidente in macchina rivela la doppia vita di suo marito, tutto cambia. Mel, l’adorabile Mel, è un serial killer. Ha torturato e ucciso varie donne nel garage di casa. Sconvolta, Gina è costretta a crearsi una nuova identità dopo l’altra: anche se è stata scagionata dalle accuse di complicità, l’opinione pubblica la considera ancora un’assassina. Ed è così che si trasferisce nella località remota di Stillhouse Lake, con il nuovo nome di Gwen Proctor. Nonostante sia ancora bersaglio degli attacchi spietati degli stalker su internet, spera di aver trovato finalmente un posto in cui i suoi figli possano crescere sereni. Ma si sbaglia di grosso. Un corpo rinvenuto nel lago e alcune inquietanti lettere riportano a galla l’incubo da cui tentava di mettersi in salvo. Gwen dovrà cercare di proteggere coloro che ama da un pericolo strisciante e nascosto. E anche questa volta dovrà difendersi da sola.

 

Share on Facebook0Share on LinkedIn0Share on Google+0Tweet about this on Twitter

2 commenti a Il mistero della casa sul lago di Rachel Caine

  • Jessica  dice:

    :) Come ho già detto più volte, non ho un particolare amore per i gialli contemporanei, perché trovo che spesso facciano acqua da tutte le parti. Perciò, sul libro non mi pronuncio.

    Ma ti vengo incontro sul titolo e convengo che non è per niente azzeccato. Il titolo originale è “Stillhouse Lake”. Al solito, gli editori italiani non trovano pace se non si inventano un titolo secondo loro più accattivante. Il problema è che cambiando il titolo, spesso si finisce per “snaturare” il senso del libro, che spesso serve da bussola per noi lettori.

    :) E’ sempre un piacere leggerti. Buona giornata!

    • Cinzia Ceriani  dice:

      Ciao Jessica, grazie del tuo commento di leggere le recensioni! Ne sono davvero felice. Sì, in effetti le case editrici hanno il brutto vizio, nella trasposizione in italiano, di stravolgere i titoli originari dei libri rendendoli, molte volte standardizzati: tutti uguali o simili (soprattutto nel genere thriller/giallo: quanti titoli ci sono con la parola “mistero”?). Il lettore ha l’impressione così di trovarsi di fronte a storie tutte uguali, non la trovo una scelta molto azzeccata :-(
      Grazie ancora per il tuo passaggio :-) A presto

Lascia una risposta

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

2.643 Commenti di spam bloccati finora da Spam Free Wordpress